OTTIMIZZAZIONE POSTURALE E PERFORMANCE SPORTIVA

Accade spesso che il nostro corpo debba fare i conti con vari eventi nel corso degli anni. Partendo dalla struttura di base, che per costituzione abbiamo, nel corso della vita possiamo subire piccoli o grandi traumi in qualunque distretto corporeo. Ad ogni trauma, a seconda di dove è avvenuto, con quale forza ecc. il nostro sistema nervoso centrale, che ci assicura sempre la miglior postura compatibilmente con la situazione presente, mette in atto gli “accomodamenti” necessari affinchè la persona abbia comunque il miglior equilibrio possibile per muoversi nello spazio.

Denti, ossa e muscoli del cranio, lingua, articolazione temporo-mandibolare sono spesso implicati negli “accomodamenti” o sono essi stessi la sede di squilibri che possono modificare l’assetto posturale.

Ci sono dei test posturali per poter comprendere se c’è un problema e in che modo esso influisce sull’intero sistema. Si può anche vedere se l’occlusione influisce negativamente sull’equilibrio del corpo. Per fare questo usiamo anche la pedana stabilomentrica Lizard che ci permette di rilevare esattamente la differenza di carico in vari punti dell’appoggio plantare e di comprendere quanto influiscano i vari recettori (ad esempio, denti, occhi ecc.) sull’equilibrio posturale.

Importanti da valutare anche eventuali cicatrici che possono fungere da campo di disturbo in grado di modificare la postura.

In caso di atleti, sportivi ma anche di persone che amano fare semplice attività fisica, è molto importante la valutazione della condizione posturale per ottimizzare la performance sportiva, sia dal punto di vista dell’efficienza sia per quanto riguarda la quantità di sforzo impiegato per eseguirla o per raggiungere i risultati prefissati.

L’eventuale squilibrio posturale che migliora con il trattamento di denti, muscoli e dinamica cranio-sacrale ottiene buoni risultati con la terapia mio-funzionale associata eventualmente a correzioni dell’occlusione.